Bonus alimentare alle famiglie camune

I sindaci delle Valle Camonica hanno ricevuto le risorse del bonus alimentare assegnate dal governo per la fase di emergenza coronavirus e si stanno definendo le modalità nell’erogazione alle famiglie bisognose.

A questo proposito sono state pubblicati alcuni esempi: come una famiglia di una sola persona può fare domanda se a marzo ha guadagnato meno di 500 euro complessivi e ha come risparmi tra conti correnti, postali, buoni del tesoro sotto i 2.000 euro. Chi rientra in questo caso ha diritto ad un buono di 100 euro di spesa. Per le famiglie di 2 persone possono fare domanda quelle che, mettendo assieme i redditi di marzo, sono sotto i 1.000 euro complessivi e hanno come risparmi tra conti correnti, postali, buoni del tesoro sotto i 4.000 euro. In questo caso hanno diritto ad un buono di 200 euro di spesa. Via via si sale come per le famiglie di 3 persone che possono fare domanda quando, mettendo assieme i redditi guadagnati a marzo, sono sotto i 1.500 euro complessivi e hanno risparmi tra conti correnti, postali, buoni del tesoro sotto i 6.000 euro. Il buono è di 250 euro di spesa. Si sale in progressività fino alle famiglie di 6 persone che possono fare domanda se mettendo assieme i redditi complessivi guadagnati a marzo sono sotto i 3.000 euro e hanno come risparmi fino a un massimo di 12mila euro. In questo caso la famiglia ha diritto a un buono di 400 euro di spesa.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli