Bonus 600 euro: esclusi i professionisti che lo hanno avuto a marzo

Nessun bonus ad aprile o maggio per coloro che lo hanno chiesto e ottenuto a marzo. A rimanere tagliati fuori sono circa in 500.000: è scontro tra governo e mondo dei professionisti. Infatti, il Governo ha sì rifinanziato gli indennizzi statali per i mesi di aprile e di maggio, ma un codicillo ha stabilito che chi ha preso i 600 euro a marzo, non potrà ottenerli nei mesi a venire. “La speranza – spiega al Corriere della Sera il presidente delle casse di previdenza private, Alberto Oliveti – è che si tratti di un errore materiale e, a tal proposito, abbiamo chiesto chiarimenti ai ministeri e un’eventuale correzione”.

Tutto questo dopo l’esclusione dei professionisti dai contributi a fondo perduto, che è forse il motivo di attrito più forte. Il ministro Gualtieri, a proposito di questa decisione, si è espresso dicendo che “i professionisti sono persone che beneficiano delle indennità di 600 euro, quindi non hanno diritto ai contributi a fondo perduto delle imprese”. La notizia non è andata giù ai professionisti di settore, che lamentano la mancanza di comprensione e la troppa approssimazione su un settore economico che investe e produce ricchezza per il Paese, che è stato colpito dalla crisi economica proprio come il resto dell’Italia.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli