BergamoScienza2017 in RadiciGroup

BergamoScienza, tappa in RadiciGroup per scuole e privati

Sabato 13 ottobre appuntamento allo stabilimento Radici Novacips di Villa d’Ogna per scoprire il ciclo produttivo dei tecnopolimeri: la mattinata sarà dedicata alle scuole mentre nel pomeriggio l’impianto aprirà le porte ai privati, con visite guidate tra le 14 e le 18 previa iscrizione sul sito di BergamoScienza.

Durante il laboratorio dal titolo “I segreti dei materiali polimerici” sarà possibile capire come nascono questi prodotti – per lo più a base di nylon 6 o 6.6 – indispensabili materie prime per numerosi settori di applicazione come edilizia, elettrico/elettronico, idrotermosanitario e automotive: in quest’ultimo caso grande attenzione verrà dedicata all’e-mobility, con focus su auto elettriche o ibride. I tecnici dell’azienda spiegheranno come anche i prodotti targati RadiciGroup si sono evoluti con peculiari mix di proprietà e prestazioni per soddisfare le richieste di un mercato molto “demanding” dal punto di vista della sicurezza e delle performance.

La Radici Novacips di Villa d’Ogna, che opera dal 1981, è l’azienda capofila dell’Area di Business Performance Plastics di RadiciGroup che conta in totale 8 stabilimenti di compounding distribuiti in 3 continenti.

E domenica 21 ottobre, nell’ambito della giornata conclusiva della XVI Edizione di BergamoScienza, Gianni Radici verrà ricordato attraverso un’iniziativa culturale: il concerto “Egberto Gismonti Solo” del compositore e musicista brasiliano che si esibirà in un concerto di piano e chitarre. L’evento si terrà presso il Teatro Creberg di via Pizzo della Presolana a Bergamo, alle ore 21. Registrazione sul sito www.bergamoscienza.it

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare