“Bentornata Cotonella”

Il 30 novembre scorso dalle 20.00 un furioso incendio ha distrutto lo storico edificio dell’Azienda Cotonella a Sonico, cuore pulsante del sistema industriale che ha portato l’intimo di qualità in tutto il mondo.

Dopo lo choc delle prime ore, fin dal giorno successivo management e maestranze erano al lavoro per salvare il salvabile e ripartire il prima possibile utilizzando la sede di Malonno. Nel frattempo sono state accelerate tutte le procedure per la ricostruzione dell’edificio, affidando ad uno studio di architettura di Concorezzo la progettazione della “nuova Cotonella”. Nella parte sana non distrutta dal fuoco intanto procedono le bonifiche e le attivazioni dei servizi mentre sul lato a fronte statale 42 dell’edificio, campeggia un enorme striscione dal titolo “Bentornata Cotonella”.
Sostanzialmente sono tre i fatti salienti che si sono verificati in questa tragica evenienza: nessun ferito nella notte del furioso incendio, nessuna ora di lavoro persa dai 90 dipendenti e collaboratori e la grande solidarietà diffusa che lavoratori e azienda hanno ricevuto dal territorio, partendo dall’amministrazione comunale di Sonico e dai comuni vicini. Dopo la rimozione di tutto il materiale e le macerie dell’incendio, stoccati in speciali contenitori a curar della Corbat di Flero, ripulite le aree esterne, ora si sta procedendo alla ricostruzione del piano terra e a breve verrà realizzato il piano superiore che, con un gesto di orgoglio, sarà ancora più bello, elegante e visibile di prima.

{gallery}cotonella_sonico{/gallery}

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

I dati del virus nella bergamasca

Stando all’ultimo monitoraggio diffuso dall’Ats, dal 19 al 25 gennaio in Bergamasca si sono contati 19.191 nuovi casi, contro i 20.969 della settimana precedente, ossia

Il giorno della memoria

Oggi 27 gennaio è il Giorno della Memoria, istituito per ricordare lo sterminio e la persecuzione del popolo ebraico e dei deportati militari e politici