base jumper.jpg

Base jumper americano soccorso in parete

Questa venerdì 16 agosto il Soccorso Alpino Trentino, sul Monte Brento (Dro), ha soccorso un base jumper americano di 35 anni, lanciatosi dal Becco dell’Aquila: dopo aver aperto la vela, la stessa si era avvitata e l’americano, dopo aver sbattuto contro le rocce, è rimasto appeso alla parete verticale, circa 150 metri sopra lo zoccolo del Monte.

E’ accaduto attorno alle 7.20 quando è stato allertato il 112. Sul posto è intervenuto l’elicottero. Individuato il ferito, il Tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino è stato verricello a 60 metri dal base jumper per evitare che le pale dell’elicottero facessero gonfiare la vela. Un volta raggiunto il ferito, sempre cosciente, tramite una corda fissa, il Tecnico di elisoccorso lo ha stabilizzato, imbarellato e, con il verricello, issato a bordo, quindi portato in piazzola per i primi controlli sanitari da parte dell’équipe medica e poi elitrasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento.

 

Condividi:

Ultimi Articoli

Uniti contro il bullismo

Uniti contro il bullismo

Martedì 7 febbraio 2023 alle ore 10, il campo sportivo dell’Oratorio di Cazzano S.Andrea ospiterà un evento unitario con la partecipazione di parroci e sindaci

Una Guida al trapianto di fegato

Una Guida al trapianto di fegato

La Guida al Trapianto di Fegato è una risorsa creata dall’Associazione Amici del Trapianto di Fegato di Bergamo (AATF), che include due opuscoli (101 domande