bando

Bando «moves», 16 milioni per la mobilità elettrica «Passo verso futuro e tutela ambiente»


“Vogliamo implementare sul territorio dei Comuni la mobilità elettrica e lo facciamo attraverso questa proposta che vedrà stanziati ben 15.750.000 euro per la nostra Regione”. Lo annuncia l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della Lombardia, al termine della Giunta odierna.

“Nell’ambito dei finanziamenti europei – spiega l’assessore – realizzeremo un apposito bando che consenta, da un lato di implementare l’accesso alle stazioni di ricarica da parte dei possessori di veicoli elettrici, dall’altro la diffusione, grazie alla rete di ricarica stessa, di nuovi veicoli elettrici che permetteranno di viaggiare in maniera sostenibile per l’ambiente”.

Il bando che verrà presentato da Regione Lombardia, prevede contributi a fondo perduto, pari al 100 per cento del costo totale ammissibile del progetto, con un minimo di euro 500.000. L’importo massimo del contributo concedibile è fissato, per una proposta progettuale presentata da un singolo Comune, in euro 3.000.000. Tale limite è elevato a euro 5.000.000 in caso di proposta progettuale presentata da un’aggregazione di Comuni.

In base a quanto stabilito dall’Unione europea, il bando sarà rivolto ai Comuni capoluogo di Provincia, Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti e rientranti nel territorio della Città metropolitana di Milano e sempre che i progetti siano parte di strategie integrate di sviluppo urbano e coerenti con gli strumenti di pianificazione della mobilità. “Grazie a questo provvedimento – chiosa l’assessore regionale – daremo un’ulteriore spinta per la riduzione delle emissioni di CO2 nell’ambito dei trasporti e contribuiremo in maniera concreta al miglioramento della qualità dell’aria in ambiente urbano (PM10, NOx). Sono convinta che occorra migliorare sempre di più l’utilizzo dei veicoli ad alimentazione elettrica sia per gli spostamenti casa-lavoro-studio sia per il tempo libero. Grazie a questo bando – conclude – oltre a rispettare pienamente le direttive europee, facciamo un ulteriore passo verso il futuro e la tutela dell’ambiente”.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché