atalanta

Atalanta, Brembo è nuovo «alleato» per il settore giovanile

Il Settore Giovanile nerazzurro ha un nuovo alleato, Brembo, partner del vivaio per la stagione in corso e per quella 2018-2019. “Siamo molto contenti – ha spiegato Romano Zanforlin, Direttore Marketing dell’Atalanta – per questa nuova partnership. Brembo accompagnerà tutte le squadre del vivaio, eccezion fatta per la Primavera, comparendo col proprio marchio sulle maglie. Ma oltre alla sponsorizzazione, sosterrà tutte le iniziative del Settore Giovanile e darà vita al Premio Brembo, un progetto ideato con Brembo che mostra un’attenzione particolare sia alla crescita sportiva che ai valori umani dei giovani che si formano nell’Atalanta”. 

Per Maurizio Costanzi, Responsabile del Settore Giovanile nerazzurro, questa collaborazione è motivo di grande soddisfazione: “In Brembo abbiamo trovato un’azienda sensibile al futuro e questo ci fa enormemente piacere. Crescere i ragazzi ci inorgoglisce, ma è sicuramente una responsabilità. Paragonandoci a un’azienda, noi siamo possiamo considerarci un piccolo settore di ricerca. Siamo un settore di spinta ma anche di frenata. È giusto coltivare e realizzare sogni, ma non bisogna mai illudere. E la realtà è fatta anche di frenate, autovalutazioni di cui bisogna tener conto. Noi come Atalanta portiamo avanti parallelamente all’aspetto sportivo, anche quello scolastico, dando particolare attenzione a una crescita equilibrata. Lavoriamo su 360 ragazzi, quindi 360 famiglie: abbiamo dei numeri impressionanti e perciò il messaggio Atalanta si diffonde sul territorio italiano. Questo ci inorgogliosice ma allo stesso tempo ci responsabilizza”.

La partnership con Brembo darà vita anche una nuova iniziativa: l’istituzione del “Premio Brembo” che sarà annualmente assegnato al giovane calciatore più meritevole di ciascuna squadra del vivaio, tenendo conto non solo dei meriti sportivi, ma anche del comportamento e dell’andamento scolastico. “L’Atalanta – ha spiegato Lucia Castelli, psicopedagogista della società – è da sempre molto attenta a tutti gli aspetti formativi dei suoi giovani calciatori. Il premio terrà conto di tutti questi aspetti: non basterà essere solo bravi in campo, ma anche a scuola e a livello comportamentale. La società, ma anche i vari allenatori delle squadre, danno notevole importanza a tutti questi aspetti. Un dato che ci fa molto piacere è che se consideriamo dall’Under 17 alla Primavera, tutti i nostri ragazzi, a parte quelli che hanno già esaurito il loro percorso scolastico, frequentano la scuola regolarmente, in larga parte licei o istituti tecnici. Anche per l’anno scolastico 2017-2018 Atalanta ha poi aderito aderito a WEBsport 3.60, il progetto di sperimentazione didattica riservata agli studenti-atleti di alto livello ideato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) in collaborazione con la Lega Serie A, per contrastare la dispersione scolastica dei giovani atleti e favorirne la continuità negli studi tramite l’utilizzo di piattaforme scolastiche online e piani formativi personalizzati redatti dal Consigli di classe in collaborazione con la Società sportiva”.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché