cooperativa azzurra

Assolti i dipendenti accusati di maltrattamenti

Si conclude con la piena assoluzione il processo che ha coinvolto due operatori della Cooperativa Azzurra di Darfo, accusati di maltrattamenti da un ex dipendente, nei confronti di alcuni ospiti della Cooperativa negli anni 2010/2013. “La Cooperativa – spiega il presidente Michele Gasparetti – ha sempre ritenuto e dichiarato che le accuse di maltrattamenti, provenienti da un ex dipendente, non rispecchiavano la realtà dei fatti ed erano frutto di contrasti personali che non avevano nulla a che vedere con il modo in cui gli ospiti venivano trattati”. La vicenda si è finalmente conclusa in data 13 giugno 2018 quando, nel Tribunale di Brescia, il Giudice dr.ssa Desenzani ha assolto per insussistenza del fatto i due operatori della Cooperativa Azzurra accusati di maltrattamenti. I dipendenti coinvolti attraverso i loro legali, avevano deciso sin da subito di non patteggiare ma di andare al dibattimento, certi e sicuri della non veridicità delle accuse imputate, come confermato finalmente dalla sentenza.  “La Cooperativa Azzurra -conclude il presidente Gasparetti -ha sempre svolto sul territorio un importante ruolo di assistenza alle persone con disabilità avendo sempre come obiettivo prioritario la cura e il benessere dei suoi ospiti” La sentenza del Tribunale di Brescia fa finalmente chiarezza sulla correttezza dell’operato degli operatori ingiustamente accusati e della stessa Cooperativa Azzurra che da ora in avanti potrà continuare a lavorare con maggiore serenità, con i valori e l’esperienza che da trentacinque anni la contraddistinguono.
Il presidente della Cooperativa AZZURRA Michele Gasparetti si rende disponibile per maggiori chiarimenti o per integrazioni del presente comunicato stampa.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli