bene

Assemblea annuale AVIS Bergamo, bilancio positivo: 6505 donazioni e 590 nuovi donatori

Seimilacinquecentocinque volte grazie! Tante sono state le donazioni registrate nel 2017 dall’Avis Comunale di Bergamo con 590 nuovi donatori di cui 199 hanno già fatto la loro prima donazione. È un bilancio tutto in positivo quello presentato dall’Associazione in occasione della sua Assemblea Annuale Ordinaria.

Un bilancio da cui si evince che il numero delle donazioni è aumentato di 71 unità arrivando a 6.505, confermando il trend positivo che si era già registrato nel 2016. Anche il numero dei soci attivi risulta in aumento (+205 persone pari a +6,7%). Da rilevare anche il dato dei soci che hanno già effettuato la prima donazione (199) nel corso dell’anno consentendo di affermare che il 34% dei nuovi iscritti dona entro l’anno. Guardando alla tipologia di donatori: gli stranieri iscritti costituiscono il 5% dei donatori di cui il 61% viene dall’Europa, il 20% dall’Africa, il 17% dal Sud America e l’1% dall’Asia e Australia. Le donatrici donne stanno lentamente crescendo (circa il 2% ogni anno), anche se ancora nel 2017 la quota maschile è del 70% (2287) e quella al femminile è del 30%. Quanto all’età, la maggior parte dei donatori ha tra 46 e 55 anni, sia per gli uomini sia per le donne.

Il bilancio consuntivo 2017 evidenzia che i proventi derivano principalmente dall’attività donazionale, (pari a € 102862) dalla destinazione del «5 per mille» (pari a € 14164,72) e dalle erogazioni liberali dei soci sostenitori (pari a € 7872) che sono stati utilizzati per sostenere le attività di propaganda nelle scuole primarie della città e tutti i progetti destinati a rafforzare sul territorio la visibilità dell’Associazione. Ma se la sensibilità verso il dono cresce è soprattutto grazie alla presenza costante e diffusa dell’Associazione impegnata in attività di comunicazione (fisiche e online con il sito e la pagina Facebook) e in iniziative sul campo, tra cui si ricordano: la Camminata Neroazzurra, la Strabergamo, il sostegno al 12esimo Concerto di Natale, le collaborazioni con Rugby Bergamo 1950 e con la Caloni Agnelli Pallavolo e la partecipazione a BergamoScienza con il convegno «Cellule staminali: mito o realtà?».

L’ASSEMBLEA ANNUALE

[bt_slider uid=”1519723316-5a95233489329″ target=”_blank” width=”0″ crop=”no” thumbnail_width=”800″ thumbnail_height=”600″ show_title=”no” centered=”yes” arrows=”yes” pagination=”bullet” autoplay=”5000″ speed=”600″][bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/avis.JPG” title=”avis.JPG” link=”” parent_tag=”slider”][/bt_slider]

E tanti sono stati anche i concorsi e le premiazioni che hanno visto i donatori bergamaschi in prima linea. Il Comune di Bergamo ha donato le benemerenze agli 8 donatori che hanno superato in totale le 110 donazioni, l’associazione NEPIOS ha integrato il progetto. «Le parole leggere – Informatica e disabilità: nuove opportunità» con l’istituzione di una borsa di studio da assegnare ad un logopedista dell’età evolutiva per la cura dei disturbi del linguaggio e dell’apprendimento, borsa di studio che è stata dedicata al ricordo del caro avisinoGianni Civera; le classi della 5° elementare di Bergamo e di alcune scuole della provincia hanno partecipato al concorso “Il Dono del Sangue”, intitolato alla compianta maestra Alba Negri e giunto già alla decima edizione; ben 26 persone per un totale di 49 poesie hanno partecipato al 34° concorso di poesia dialettale bergamasca “Cuore d’oro” di cui a margine dell’Assemblea annuale è stata presentata la nuova e attesa pubblicazione con le poesie dialettali selezionate durante i Concorsi tenutisi nel 2012, 2013, 2014 e 2015. Infine, ma non ultimo, ben 28 elaborati sono stati inviati per il concorso “Cuore d’oro 2.0”, concorso pensato per comunicare la potenza del dono ai nuovi donatori.

Constatato il buon esito delle attività svolte nel 2017, l’assemblea, con l’approvazione del bilancio previsionale, invita il consiglio direttivo a mantenere e potenziare le azioni di sensibilizzazione al dono del sangue.

«È stato un anno positivo, non solo perché abbiamo mantenuto alto il numero delle donazioni effettuate, ma anche perché siamo riusciti a incrementare il numero dei donatori attivi. Un fattore importante quest’ultimo, perché un parco donatori più numeroso ci permette di affrontare con più serenità le richieste di unità di sangue anche nei periodi dell’anno in cui c’è più bisogno. Ringrazio per questo tutti coloro che hanno dimostrato sensibilità e che si sono messi a disposizione per garantire un efficace funzionamento della nostra Avis. Insieme abbiamo fatto tanto e sono certo che potremmo fare ancora di più per far scoprire a tutti la meraviglia del dono» – dichiara il presidente di Avis Comunale Bergamo, Roberto Guerini.

DONATORI PREMIATI CON DISTINTIVO ORO più di 50 donazioni oppure 20 anni di iscrizione e almeno 40 donazioni: Agazzi Adolfo Battista, Astori Federico, Bertacco Davide, Besozzi Antonio, Bosio Martin, Capello Matteo, Cornaro Giuseppe, Facoetti Giuseppe, Francotti Omar, Fumagalli Alessio, Galizzi Franca, Gamba Claudio, Geneletti Marzio, Gentile Enrico, Gentili Roberto, Ghislandi Marco, Giannarelli Annibale, Giudici Silvio, Loreti Mario, Maggioni Claudio, Mangili Micaela, Moioli Marco, Morzenti Alberto, Nava Michela Emanuela, Nilges Theodor, Oliva Luigi, Parisi Lorenzo, Plebani Clelia Carla, Rotondo Girolamo, Sai Andrea, Tiralongo     Gianluigi, Vecchi       Maria Luisa e Vitali Roberto.

DONATORI PREMIATI CON DISTINTIVO ORO RUBINO più di 75 donazioni oppure 30 anni di iscrizione e almeno 60 donazioni: Bernareggi Luigi, Brighenti Giordano, Caleca Antonino, Canzi Ferdinanda, Capitanio Nicola, Carrara Alberto, Cuminetti Enzo, Festa Andrea, Foresti Mauro, Gangemi Alessandra, Invernici Norberto, Iudica Raffaele Francesco, Pellegrinelli Alessandro, Perico Antonio, Piazzalunga Mario, Ratazzi Alessandro, Risucci Daniele, Scavone Nicola, Tasca Alessio e Zanga Umberto.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli