maxresdefault

Arriva il II Simposio di scultura del marmo bianco

Si terrà dal 30 luglio al 6 agosto il Secondo Simposio di scultura del marmo bianco di Vezza d’Oglio, la manifestazione artistica che ha riaperto alla comunità e ai giovani scultori la cava del Borom, chiusa da più di 50 anni.

L’evento, curato dal Comune di Vezza d’Oglio in collaborazione con Pro Loco e con l’aiuto di alcuni singoli cittadini volontari, mira a ricordare e valorizzare il marmo bianco come tratto distintivo del paese dell’Alta Valle Camonica. Attraverso una serie di attività culturali e di riqualificazione, si cercherà anche quest’anno di risvegliare nei cittadini e negli artisti un senso di unione, di fratellanza e di appartenenza al territorio camuno, proponendo il tema “L’identità. Appartenenza non appartenenza”.

Sono sette gli artisti presenti: Aurora Avvantaggiato, Aleksandar Eftimovski, Daniele Boi, Luka Radojevic, Petra Lange, Rafail Georgiev, Vittoria Parrinello e sono stati scelti dalla giuria composta da Antonio Lanzi, Bruno Gandola, Martin Gerull, Pietro Ricci, Roberta Ventura e Sonia Pancheri sono. Provenienti da luoghi e culture diverse, si impegneranno per fissare nei blocchi di marmo la propria identità.

La collaborazione internazionale tra artisti professionisti sarà l’occasione per cimentarsi in laboratori artistici e didattici con il prezioso marmo bianco, per partecipare a conferenze, mostre fotografiche, visite guidate e spettacoli.

Anche quest’anno sarà possibile supportare il proprio artista preferito votandolo sul sito ufficiale www.borom.altavallecamonica.it, con carta e penna in Pro Loco e partecipare al Contest fotografico su Instagram #simposioborom per la fotografia che meglio rappresenta questa edizione.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli