Arriva il “Bonus Bici”: ma chi potrà usufruirne?

Spinto dalla necessità di ridurre la presenza delle persone sui mezzi pubblici, il Governo ha dato il via libera degli incentivi all’acquisto di bici ed e-bike, che diventano più sostanziosi e si allargano anche a monopattini elettrici, segway, hoverboard e monowheel. Con uno stanziamento di 120 milioni di euro, il decreto Rilancio tenta di agevolare la mobilità sostenibile e alternativa ai mezzi pubblici.

Cos’è il bonus bici? Il cosiddetto “buono mobilità”, già ribattezzato “bonus bici”, copre il 60% della spesa per l’acquisto di bici, monopattini, ecc. per un valore massimo di 500 euro (può essere richiesto una sola volta). La misura è retroattiva: è valida per gli acquisti avvenuti a partire dal 4 maggio scorso fino al 31 dicembre 2020. Potranno usufruirne tutti i cittadini maggiorenni residenti in Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti oppure in Capoluoghi di Regione, nelle città metropolitane e nei capoluoghi di Provincia. Per usufruire dell’erogazione dei 500 euro probabilmente verrà aperta una piattaforma online dove sia l’acquirente che il venditore potranno accedere. Dopo l’acquisto, caricando lo scontrino che attesta la spesa, il bonus verrebbe accreditato su un borsellino virtuale per essere speso in altri prodotti legati alla mobilità, compresi gli abbonamenti ai mezzi pubblici.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Il Vivione aperto a metà

Il passo del Vivione è aperto ma solo nel tratto bergamasco dato che la Provincia di Brescia non è stata in grado di aprire il