carabinieri 2

Arrestato trans brasiliano per tentato omicidio

Arrestato dai Carabinieri un 43enne transessuale brasiliano che aveva aggredito una barista a Piancamuno colpendola più volte con una forbice e quindi l’aveva rapinata.

Nella notte del 1° dicembre 2016, a Pisogne, i Carabinieri della Stazione di Artogne in collaborazione con altri militari delle Stazioni di Piancogno e Lovere , hanno arrestato un 43 enne cittadino brasiliano, pregiudicato, tossicodipendente, transessuale dedito alla prostituzione, irregolare sul territorio nazionale, domiciliato a Pian Camuno, per i reati di tentato omicidio, aggravato dalla premeditazione dei futili motivi, a scopo di rapina. L’uomo, all’interno di un esercizio pubblico di Pisogne, aggrediva la titolare 57 enne di Pian Camuno colpendola ripetutamente in varie parti del corpo con un paio di forbici. La vittima che riusciva a sottrarsi all’aggressione, fuggiva in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine. Soccorsa e trasportata all’ospedale di Lovere veniva riscontrata con varie ferite superficiali da taglio, giudicata guaribile in 20 giorni e dimessa. Dopo un controllo al proprio locale si accorgeva dell’ammanco della somma di 250 euro che era custodita nel registratore di cassa al momento dell’aggressione. L’uomo veniva successivamente rintracciato dai militari che lo hanno arrestato all’interno del pronto soccorso dell’ospedale di Esine dove si era portato per farsi curare le lievi escoriazioni che si era procurato durante l’aggressione. Nella mattinata del 2 dicembre l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, riconoscendo tutti capi d’accusa e le aggravanti disponendo nei suoi confronti il carcere.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare