Arresti Porte franche

Arrestato a Rovato giovane violento e recidivo

I Carabinieri della Stazione di Rovato nel primo pomeriggio di martedì 13 febbraio hanno un giovane senza fissa dimora, con l’accusa di tentata rapina e lesione ai danni del Vicario Parrocchiale della Chiesa “S. Giovanni Bosco” di Rovato.

Lo scorso 5 febbraio il sacerdote aveva denunciato ai Carabinieri di Rovato che il 3 febbraio, mentre si trovava da solo all’interno della Chiesa per chiudere i rispettivi ingressi, era stato avvicinato dall’uomo., da lui conosciuto, il quale con insistenza e fare minaccioso gli aveva intimato di consegnargli del denaro. Al suo netto diniego il giovane lo aveva aggredito sferrandogli un violento pugno al volto, dandosi alla fuga quando alcuni parrocchiani, attirati dalle urla e richiesta di aiuto del sacerdote, erano intervenuti a difenderlo. Gli stessi parrocchiani lo avevano accompagnato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Chiari, ove i sanitari lo hanno curato emettendo una prognosi di 11 giorni. L’arresto dell’autore dell’aggressione, già noto ai Carabinieri, è stato operato in esecuzione di apposita ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Brescia, su richiesta del Pubblico Ministero, dopo aver vagliato e condiviso i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari riportati nel rapporto a suo tempo inoltrato dal Comando dell’Arma di Rovato. All’arrestato, già recidivo per reati contro la persona ed il patrimonio vengono contestati anche altri reati, commessi sempre a Rovato, e più specificatamente un’altra tentata rapina con lesioni, commessa il 31 luglio 2016, ai danni di un 65enne, oltre ai reati di minaccia e interruzione di servizio pubblico, risalenti al 5 febbraio, nei confronti del medico curante e personale del CPS. Ora il giovane si trova in carcere a B rescia.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli