CAserma CC GHedi

Arrestati due marocchini di 20 anni per rapina

Attimi di paura vissuti a Ghedi da una donna 60enne e dalla madre ultraottantenne, che si sono viste piombare in casa 2 estranei a volto scoperto, a cui avevano aperto la porta pensando ingenuamente alla visita del nipote e ai quali sotto la minaccia di un paio di forbici avevano consegnato l’oro che avevano sulla persona.

 

Dopo alcuni minuti, in cui la casa veniva rovistata da parte di uno, mentre il complice teneva le due vittime sotto la minaccia dell’arma, i malviventi resisi conto che non vi erano altri oggetti di valore, si davano alla fuga. I militari, a seguito di tempestivi accertamenti e intuendo che potesse trattarsi di due soggetti che recentemente avevano gravitato in zona ed erano stati responsabili dall’aggressione all’interno di un Pub di Ghedi e di alcuni reati contro il patrimonio, attivavano pronte ricecrhe che si sono concluse il giorno dopo quando i due sono stati rintracciati nei pressi della Stazione ferroviaria di Ghedi. Sono quindi stati portati in carcere di Brescia: il GIP ha convalidato il fermo e disposto la detenzione in carcere per la gravità del fatto, la pericolosità dei soggetti ed il pericolo di fuga.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare