sub scomparso

Aperta un’inchiesta sulla morte del sub nel Garda

La procura di Brescia apre un’inchiesta sulla morte dell’aviere 39enne, annegato tra le acque del Garda domenica 2 dicembre, durante un’immersione subacquea. 

Probabile una malore mentre il sub era a 40 metri di profondità, all’altezza di Toscolano Maderno. Già in profondità i due colleghi, gli stessi che hanno poi lanciato l’allarme, avrebbero percepito che qualcosa non andava. I due uomini avrebbero cercato di riportarlo in superficie ma nel buio del fondale l’avrebbero perso di vista. 

Immediate le ricerche per cercare l’uomo, ritrovato senza vita poche ore dopo. Un controllo dell’attrezzatura ha verificato l’assenza di malfunzionamenti nella bombola e nella dotazione. La procura ha aperto un’indagine per far luce sulle dinamiche alla base dell’incidente: nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia sulla salma. Tra le ipotesi più accreditate resta quella del malore.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”