Carabinieri ascensore

Anziana truffata a Brescia con lo stratagemma dell’ascensore

Un’anziana residente in corso Magenta, a Brescia, è rimasta vittima del “furto dell’ascensore”.

La dinamica, raccontata dalla stessa donna alle forze dell’ordine, è partita nel momento in cui è suonato il campanello. Dal citofono alla base del palazzo un individuo ha avvisato la signora per la consegna della posta. La residente pensava che la corrispondenza finisse nella cassetta dedicata, invece l’anonimo ha di nuovo suonato per invitare l’anziana a scendere e ritirare un pacco. Così la proprietaria ha lasciato la porta socchiusa e ha raggiunto il portone d’ingresso. Ma davanti a lei il finto fattorino le ha detto di aver sbagliato destinatario. Quindi, la donna è risalita verso il quinto piano con l’ascensore. Ma l’individuo è entrato in azione bloccando il funzionamento del montacarichi e ha raggiunto il piano introducendosi nella casa della signora. Pare che nella casa non vi fosse nulla di valore: il ladro avrebbe solo rovistato, ma è uscito a mani vuote, poi si è dileguato nel nulla. Un inquilino che ha udito i lamenti dell’anziana rimasta bloccata per circa mezz’ora in ascensore l’ha poi aiutata a liberarsi. Subito dopo è scattata la denuncia ai Carabinieri.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli