guardia di finanza 2

Antiquario di Piancamuno denunciato dalle Fiamme Gialle

Gli uomini della Brigata della Guardia di Finanza di Pisogne hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Brescia un antiquario di Piancamuno di 37 anni, che, nel solo anno 2010, avrebbe omesso di dichiarare tutti i ricavi conseguiti dalla propria attività.

Ad insospettire i finanzieri è stato il tenore di vita dell’uomo e le sue capacità economiche. Una situazione in manifesta sproporzione rispetto ai redditi dichiarati che risultavano irrisori. Dopo aver accertato che non esisteva nessun impianto contabile relativo a delle attività, i finanzieri hanno proceduto ai soliti accertamenti bancari e postali, per ricostruire l’effettivo ammontare dei ricavi che si presumeva evasi. L’analisi di tutte le entrate rilevate, ha permesso di quantificare complessivamente il danno cagionato alle casse dell’Erario commisurato ad un imponibile non dichiarato di almeno 5,3 milioni di euro. A questo si aggiunge anche la cifra di circa 1 milione di euro per IVA non versata per circa 1milione di euro.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare