Annullata la stagione musicale dell’Accademia Tadini

La Stagione dei concerti dell’Accademia Tadini di Lovere, uno degli appuntamenti storici per la musica classica sul lago d’Iseo in primavera, che da 92 anni, quasi ininterrottamente, scandisce il cartellone culturale di questo angolo di lago, tra le provincie di Bergamo e Brescia, quest’anno si ferma.

Come solo durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 1943 e il 1944, nessuna nota risuonerà nello splendido Salone dei Concerti del neoclassico Palazzo Tadini di Lovere. Una decisione sofferta ma necessaria quella presa dall’Associazione culturale di promozione sociale Luigi Tadini Lovere ETS, che dal 11 aprile 2018 si occupa dell’aspetto musicale dell’Accademia Tadini e affianca l’omonima fondazione, cui restano in carico invece le attività museali dell’istituzione. Le notizie di questi giorni legate alla diffusione del virus Covid-19 e la quarantena imposta ai territori non permettono di realizzare una stagione la cui collaudata e fortunata formula, fatta di sei appuntamenti con musicisti di fama internazionale, si svolge tradizionalmente nei mesi di aprile e maggio. Ad oggi infatti i tempi della programmazione per la direzione artistica, affidata al maestro Claudio Piastra, appaiono estremamente contratti e difficilmente pianificabili, anche solo per l’impossibilità di prevedere tempi certi di ripresa della vita ordinaria. Di qui la dolorosa ed inevitabile scelta di cancellare la Stagione dei Concerti, che riprenderà regolarmente il prossimo anno. Un arrivederci malinconico ma necessario, per tutelare in particolare l’affezionato pubblico di appassionati della Stagione.
Prosegue però la programmazione della 4a edizione del Festival Onde Musicali sul lago d’Iseo, ormai appuntamento di richiamo nella programmazione estiva del lago d’Iseo. Il Festival, che vede coinvolti tutti i comuni rivieraschi e altri dei territori limitrofi, ha sempre più acquisito una dimensione internazionale e una grande visibilità legata anche al forte connubio  tra musica e bellezze artistiche e paesistiche del lago. Questa edizione vuole essere un messaggio di speranza e di ritorno alla vita, in cui la musica possa offrire uno scorcio di bellezza, di luce e di fraternità in un periodo così tristemente buio. 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli