Turista scomparsa a Limone.jpg

Ancora nessuna traccia della turista scomparsa a Limone

Era sul lago di Garda in vacanza con una comitiva la turista 78enne arrivata pochi giorni fa al Limonaia Hotel in località Sopino, frazione alta di Limone. Si sarebbe allontanata mercoledì scorso, dopo aver annunciato ai suoi amici di voler uscire per fare un’escursione. Poi nessuna traccia.

L’allarme è stato lanciato all’alba di venerdì 31 maggio, a più di 24 ore dalla sua scomparsa. La donna infatti, seppure in comitiva, era in vacanza da sola: nessuno ha dato peso al suo allontanamento. Dai primi accertamenti è risultato che il suo cellulare fosse stato intercettato per l’ultima volta sul sentiero delle Greste, nel tardo pomeriggio di giovedì 30 maggio. L’ultima traccia, l’ultimo segnale prima che si spegnesse. E al momento tutto è possibile, purtroppo, anche le ipotesi peggiori. Potrebbe aver proseguito lungo i sentieri, per finire chissà dove. Ma la zona in questi ultimi due giorni è stata perlustrata da cima a fondo. Nella ricerca sono stati impegnati decine di uomini, tra tecnici e volontari: i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile, il Soccorso alpino, la Polizia locale, i Carabinieri. In cielo si è già levato anche l’elicottero, poi il drone per le ricerche in dettaglio, i cani molecolari per annusare qualsiasi traccia. Ma ancora niente. Sono altre due le ipotesi al vaglio degli inquirenti: la 78enne potrebbe aver preso un battello in direzione Lazise, località dove aveva già passato le vacanze. Oppure salita a bordo di un pullman. Anche in Germania sono stati informati dell’accaduto. E più passano le ore, più si fa flebile la luce della speranza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli