alta via delle grazie

Alta via delle Grazie, la presentazione

Nell’ anno del turismo lento (o slow tourism), il cammino Alta Via delle Grazie si presenta come un itinerario tra i luoghi più suggestivi della Val Seriana e Alto Sebino , un itinerario tutto da vivere, con lentezza, assaporando le bellezze del territorio, camminando.

 

Sono 315 i chilometri tra la Valle Seriana e l’Alto Sebino, percorribili a piedi in 12 tappe. Diverse le tappe che coinvolgono l’alta Valle Seriana: 4° tappa Premolo-Novazza, la 5a Novazza-Valbondione passando per Gromo, la 6a
Valbondione-Ardesio, 7a Ardesio-Castione della Presolana passando per Clusone e Rovetta e 8a Castione-Sovere passando per Cerete. Durante la presentazione, la pellegrina Gabriella Castelli ideatrice del cammino con Giovanni Battista Merelli racconterà con Marco Scarpellini collaboratoredel progetto, le esperienze che hanno portato alla creazione del Cammino “Alta Via delle Grazie” e la filosofia che ha guidato le loro scelte nella progettazione. L’itinerario collega 17 santuari mariani e chiese, ma anche bellezze artistiche, sentieri immersi nella natura, con la possibilità di assaporare la cucina del territorio e usufruire dell’ospitalità. Attraverso un video, la testimonianza di pellegrini chehanno percorso l’intero Cammino e la lettura di passi tratti dai Diari di Bordo scritti da alcuni pellegrini sarà possibile conoscere i tratti distintivi del primo cammino in terra bergamasca . Tra le novità chesaranno presentate il tracciato per percorrere il cammino in bicicletta.
Sono invitati tutti coloro che vogliono conoscere il progetto, percorrere il Cammino o offrire ospitalità e servizi lungo le tappe.

La presentazione si terrà martedì 2 aprile alle 20.45 nella sala consiliare del Comune di Ardesio.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di