A Darfo un aiuto concreto ai bimbi più fragili

L’estate, per i bambini e i ragazzi è sinonimo di gioco, di divertimento, di attività in compagnia di amici, di compagni di scuola, di altri ragazzi. Mai come in questa estate il desiderio di incontrarsi è forte, dopo le tante limitazioni che la pandemia ha imposto; il Covid ha lasciato una profonda ferita nei nostri ragazzi che hanno dovuto vivere per mesi senza attività socializzanti diverse da quelle on line: una generazione che, oggi, ha bisogno di uscire e di trovare spazi e luoghi di incontro.

“Per questa ragione abbiamo dato continuità al progetto “Centro Estivo” che dal 2018 – in collaborazione con la Cooperativa Azzurra e l’Istituto Comprensivo Darfo2- propone ai ragazzi e alle loro famiglie uno spazio ludico di socializzazione per i mesi di luglio ed agosto -afferma il Sindaco cittadino, Ezio Mondini- Tra questi ragazzi ve ne sono alcuni più fragili, sia per disabilità che per bisogni educativi speciali, ragazzi che necessitano di una attenzione particolare. La vera democrazia sta proprio nel rispetto e nell’attuazione dei diritti delle persone più fragili: ecco allora il nostro impegno, condiviso con il Lions Club di Vallecamonica a favore di questi ragazzi”.

L’obiettivo principale di questo service è quello di consentire a questi ragazzi di poter godere di uno spazio educativo con proposte divertenti, formative e rivolte alla socializzazione con il focus orientato all’inclusione: una esperienza che possa essere vissuta in pienezza.
“Per attivare questo percorso di accoglienza e accettazione è indispensabile prevedere un sostegno con la presenza di un assistente ad personam nei casi di disabilità o di un educatore dedicato nel caso di ragazzi dai bisogni educativi speciali -specifica Doralice Piccinelli, Assessora alle Politiche Sociali della Città di Darfo Boario Terme- Questo tipo di servizio, garantito nel corso dell’anno scolastico, non è previsto nei mesi estivi: grazie alla generosità del Lions Club di Vallecamonica e alla nostra pari compartecipazione, una ventina di bambini disabili e altrettanti BES stanno ricevendo un servizio rispondente alle loro esigenze”.
Il costo complessivo del progetto (pari ai costi del personale addetto all’assistenza) è di circa 15.000Euro di cui 5.000Euro sono messi a disposizione dal sodalizio camuno e i restanti sono finanziati dal Comune e dal fondo misura B 2 di Regione Lombardia.

“Il Lions Club Vallecamonica, da sempre attendo alle esigenze dei cittadini della Vallecamonica ed in modo speciale di coloro che si trovano in difficoltà, è lieto di comunicare la propria intenzione di collaborare con il Comune di Darfo Boario Terme nell’organizzazione di uno spazio ludico dedicato ai più fragili -commenta l’Avv. Matteo Raffaglio Past President Lions Club Vallecamonica ed attuale Presidente della Circoscrizione 2 Sebino-Franciacorta- Siamo infatti pienamente consapevoli che, a seguito del gravissimo evento pandemico, vi è stato un acuirsi dell’isolamento di diverse categorie di giovani ed in modo particolare di coloro che già vivevano in condizioni di svantaggio a causa della disabilità”.

“Riteniamo quindi che il Ns. contributo, unitamente a quello del Comune di Darfo Boario Terme, possa dare un piccolo, ma sostanziale sostegno a coloro che, in questo momento, ne hanno più bisogno -continua il Past President del sodalizio camuno- Confidando che quest’occasione rappresenti l’inizio di una collaborazione duratura, siamo quindi lieti di comunicare che il Consiglio Direttivo del Lions Club Vallecamonica ha deciso di mettere a disposizione di questo progetto la somma di Euro 5.000,00 nella certezza che, nel pieno spirito lionistico, saranno utilizzati per servire i soggetti più deboli nella speranza di concedergli uno spazio di sollievo e di svago dopo mesi di sofferenza ed isolamento”.

“La grande valenza di questa iniziativa è la pluralità di obiettivi che raggiunge -riprende l’Assessora Piccinelli- Infatti, a fianco del primo e più importante che è quello di facilitare la partecipazione dei ragazzi più fragili sia come partecipanti che come aiuto-educatori, un secondo obiettivo altrettanto importante è quello di sostenere la famiglia nella cura dei minori anche nel periodo estivo, perché nessuno deve essere lasciato solo”.
Per quanto riguarda la retta di partecipazione, le famiglie contribuiranno con lo stesso importo previsto per tutti i partecipanti al Centro Estivo, proprio per non creare discriminazione alcuna.

Una iniziativa che dimostra, ancora una volta, come la creazione di una rete composta dall’Ente pubblico, dalla scuola, dal mondo del sociale e dell’imprenditoria possa creare grandi opportunità sia educative che sociali.
“Permettetemi un ringraziamento particolare a tutti i soci del Lions Club di Vallecamonica ed in particolare al Past President Matteo Raffaglio per la grande sensibilità mostrata nel programmare questo service lungimirante e incisivo per il territorio e per la volontà di avviare una collaborazione che si consolidi nel tempo– conclude il Sindaco Mondini- Altrettanto, vorrei esprimere un plauso e un ringraziamento sia alla Dirigente Paola Abondio per la disponibilità e la passione educativa che dimostra costantemente che alla responsabile del progetto, dott.ssa Eugenia Zanardini che segue, per conto della Cooperativa Azzurra, sia la progettazione che la realizzazione del progetto stesso: senza la loro azione i buoni propositi resterebbero tali. Oggi sono concreti e reali”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli