SLA

A Bergamo il nuovo farmaco contro la SLA

Disponibile anche a Bergamo il nuovo farmaco per pazienti con Sclerosi laterale amiotrofica. Si tratta dell’Evadrone (commercializzato con il nome Radicut o Avone).

Il farmaco non guarisce dalla malattia, ma è in grado di rallentare moderatamente la degenerazione motoria nei pazienti che presentano alcune caratteristiche cliniche, come la comparsa della patologia da non oltre due anni, una disabilità moderata e, infine, una buona funzionalità respiratoria. La somministrazione è già iniziata all’ospedale Papa Giovanni XXIII, unico centro per i pazienti di Bergamo e provincia. Il medicinale è stato autorizzato dall’Agenzia italiana del farmaco-Aifa nel 2017, su richiesta di Aisla, Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica. Questa importante novità, la prima dopo vent’anni di attesa per i malati e i familiari. L’Italia è l’unico Paese europeo ad avere autorizzato la somministrazione (è in corso solo una sperimentazione) dopo l’ok al farmaco da parte di Stati Uniti, Giappone e indicazioni terapeutiche dell’Agenzia italiana del farmaco. La prescrizione del farmaco è di competenza del neurologo ed è possibile solo per i pazienti con idonee e stringenti caratteristiche cliniche. Il trattamento prevede infusioni endovenose giornaliere per due settimane consecutive e successivamente a intervalli di due settimane. La somministrazione dell’Edaravone è coperta dal Servizio sanitario nazionale.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché