maximercato sapori e tradizioni bergamo

A Bergamo arriva il Maximercato dei sapori e delle tradizioni

La grande varietà e qualità dei sapori dell’agricoltura Made in Italy approda a Bergamo, sul Sentierone, nell’ultimo weekend di settembre. La porteranno decine di aziende agricole di Coldiretti e Campagna Amica provenienti non solo da tutta la provincia e da tutta la regione, ma anche da diverse zone d’Italia.

Uno spazio sarà dedicato alle aziende agricole delle aree terremotate che faticosamente stanno cercando di rilanciare la propria attività e continuare così a presidiare un territorio fragile e martoriato, ma caratterizzato da un grande bellezza che rappresenta un patrimonio inestimabile per il nostro Paese.

Oltre agli stand del “Maximercato dei sapori e delle tradizioni”, dove si potranno acquistare prodotti tipici ed esclusivi souvenir del gusto direttamente dalle mani dei produttori, ci saranno anche attività dedicate a grandi e piccini per far conoscere la grande ricchezza della nostra biodiversità e il valore dell’attività agricola e delle sue tradizioni.

Per aiutare le famiglie in difficoltà verrà inoltre proposta, in collaborazione con la Caritas, la “spesa sospesa”, mutuando l’usanza campana del “caffè sospeso”. I visitatori dei banchi del Maximercato degli agricoltori avranno la possibilità di fare una donazione libera grazie alla quale verranno acquistati prodotti a favore dei più bisognosi.

La manifestazione verrà inaugurata alle ore 14,30 di venerdì 28 settembre e si concluderà domenica 30 settembre alle ore 19,00.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché