Volontari in piazza la scorsa domenica a Piancogno, Edolo, Breno, Malegno, Lovere e Pisogne per vendere l’azalea della ricerca AIRC.

Un modo diverso e speciale per festeggiare tutte le mamme, tramite un gesto importante per tante donne che potranno realizzare il loro sogno di maternità, grazie al lavoro dei ricercatori Airc, Associazione Italiana Ricerca sul cancro.

Oltre 63.000 donne ogni anno in Italia sono colpite da un tumore al seno o agli organi riproduttivi. Il cancro al seno pur essendo il più frequente, con circa 48.000 nuove diagnosi, è anche la patologia per la quale la ricerca ha ottenuto i migliori risultati, portando la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi dal 78 all’87 per cento solo negli ultimi due decenni. Un traguardo importante, ma ancora lontano dal 100%, soprattutto se si considera l’aumento dell’incidenza del tumore al seno nella fascia di età 30-40 anni: sono infatti circa 3.000 le giovani donne, ogni anno sottoposte a protocolli di cura per questo tumore, che potrebbero vedere compromessa la possibilità di avere dei figli al termine delle terapie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *