73enne colto in flagrante mentre appicca il fuoco al Ponte del Costone

I Carabinieri di Clusone con i Carabinieri forestali di Gromo e Colzate hanno arrestato un 73enne a Ponte Selva nel primo pomeriggio di giovedì 30 marzo con l’accusa di essere il piromane che da qualche tempo va incendiando boschi in Val Seriana.

Lo avevano seguito in borghese e lo avevano colto mentre gettava un innesco dal finestrino della sua auto. L’uomo è in carcere a Bergamo con la pesante accusa di incendio boschivo. Gli investigatori si erano riuniti per fare il punto sui numerosi roghi divampati sul pizzo Frol, nella zona del ponte del Costone lungo la provinciale dell’alta Val Seriana e vi era stata la decisione di continuare con le indagini in corso: verso le 13,30 è arrivata la segnalazione che era divampato un nuovo incendio proprio al ponte del Costone, il quarto in un mese dopo quelli del 25 febbraio, del 25 e 27 marzo, e che una pattuglia aveva visto un uomo, già sospettato, che si aggirava nella zona al volante della sua Fiat Punto. A quel punto due equipaggi, con auto e abiti civili, hanno raggiunto il pensionato e hanno iniziato a pedinarlo e lo hanno visto dirigersi verso Gorno, poi fare inversione e dirigersi verso sud, oltrepassando il ponte del Costone prima di invertire nuovamente la marcia in direzione dell’alta valle. Poco dopo il ponte del Costone, verso le 14,45, lo hanno visto gettare dal finestrino dell’auto un innesco che in pochi istanti aveva acceso il fuoco. Il pensionato è stato quindi fermato all’altezza di Ponte Selva, dove avrebbe cercato di gettare un secondo innesco, recuperato integro. I controlli sono proseguiti a casa e nel garage del 73enne dove sono stati rinvenuti altri componenti per l’innesco di fuochi. Il rogo innescato nel pomeriggio del 30 marzo ha interessato circa 10 ettari sui pendii che costeggiano la provinciale e per domarlo sono intervenuti due elicotteri, i vigili del fuoco di Clusone e gli operatori antincendio di Ponte Nossa, Gandino e Pradalunga, che sono rimasti impegnati fino a sera.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare