Carabinieri furti BS 1.jpg

38enne catanese in carcere per estorsione

I Carabinieri di Botticino hanno arrestato un trentottenne di origini catanesi pregiudicato per reati contro la persona e il patrimonio per estorsione di denaro ad un amico 60enne.

Ad allertare i militari è stata proprio la vittima, un sessantenne di Botticino, ormai esasperato dai ricatti dell’estortore, al quale, in base a quanto ricostruito dai Carabinieri, aveva già consegnato circa 4.000 euro. Giovedì 22 marzo, in occasione dell’ennesimo ricatto, presentato sotto forma di un “pizzino” infilato sotto il portone dell’abitazione, i militari, d’intesa con la Procura della Repubblica di Brescia, hanno approntato un mirato servizio in abiti civili e concordato con il sessantenne le modalità della consegna dei contanti, questa volta l’ultima, di circa 300 euro. Ad incontro avvenuto e dopo aver assistito da posizione defilata allo scambio del denaro, i Carabinieri sono prontamente intervenuti e hanno bloccato il trentottenne, che invano ha tentato di giustificarsi. Dichiarato in arresto, espletate le formalità di rito, l’estortore è stato portato in carcere a Brescia ove nei giorni successivi, a seguito dell’interrogatorio di garanzia, è stato convalidato l’arresto.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare