violenza sulle donne 497513.610x431

26enne vittima di molestie sessuali sul posto di lavoro

Avances poco gradevoli sul posto di lavoro e scatta la denuncia. Protagonista dello spiacevole episodio, una 26enne di Capriate San Gervasio. La ragazza, aiuto cuoca in una struttura per anziani del paese,  stanca del comportamento del collega 57enne, cuoco nella medesima casa di riposo, ha deciso di registrarlo con il suo cellulare e denunciarlo. I fatti risalgono a qualche anno fa, circa tra il settembre 2017 ed il febbraio 2018. Palpeggiamenti al seno e al sedere mentre la ragazza era nella cucina a lavorare, minacce da parte della stessa ed un dialogo con il datore di lavoro per un cambio turni lavorativi, sono stati vani. Poi l’idea geniale di registrare il tutto. Si sono create così delle prove schiaccianti che hanno portato la questione a concludersi in tribunale: il 57enne è stato condannato ad un anno di reclusione con pena sospesa per violenza sessuale, l’ipotesi più lieve prevista dal codice penale. Il p.m. aveva invece deciso una pena di 4 anni per il grave accaduto. Licenziamento immediato dal posto di lavoro per il 57enne ed il pagamento di una provvisionale di 10mila euro alla 26enne. L’uomo, incensurato era anche sposato: la moglie lavorava nello stesso posto del marito, ma era all’oscuro dei suoi comportamenti. 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli