19 Medici in aiuto alla Vallecamonica

Confermando le disposizioni adottate nelle giornate precedenti, di cui ai pregressi comunicati stampa, le principali misure adottate dalla Asst della Valcamonica nella data di lunedì 30 marzo sono così compendiate:

1) si conferma che l’Ospedale di Esine viene dedicato prioritariamente alla cura dei casi di COVID-19; alla data odierna complessivamente n.226 posti letto disponibili sono dedicati all’emergenza, di cui n.14 per necessità di rianimazione/terapia intensiva; presso il Presidio di Edolo i posti dedicati sono n.13.
I restanti sono destinati al trattamento in regime di ricovero delle patologie delle diverse branche specialistiche trasferendo, solo se necessario, la gestione di parte dei pazienti non-COVID presso altri Ospedali individuati da Regione Lombardia come Ospedali Hub dedicati appunto a patologie non-COVID;

2) accanto alle assunzioni di personale, le procedure straordinarie di reclutamento di personale medico hanno consentito di far fronte alle esigenze assistenziali per pazienti COVID – 19, sopperendo anche alla carenza per malattia dei Medici del Presidio. Hanno dunque preso servizio:
n.2 medici assegnati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della protezione civile:
Prof. Giorgio Della Rocca (Roma), Medico con specializzazione in Anestesia e Rianimazione, Professore Ordinario presso l’Università di Udine
Dr.ssa Elisabetta Martinelli (Bari), Medico con specializzazione in Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso, dipendente dell’ASL Bari;
n.9 medici reperiti tramite procedure aziendali:
Dr. Corrado Cherubini (Brescia), Medico specialista in Anestesia e Rianimazione
Dr. Ademir Festa (Milano), Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione
Dr. Giovanni Nicoli (Monticelli Brusati), Medico specialista in Chirurgia Maxillofacciale
Dr. Ivan Albertelli (Edolo – Bs), Medico chirurgo
Dr. Angelo Augenti (Roma), Medico chirurgo
Dr.ssa Amelia Filigheddu (Genova), Medico chirurgo
Dr. Giulio Lotti (Brescia), Medico chirurgo
Dr.ssa Lucrezia Mondini (Quinzano D’Oglio – Bs), Medico chirurgo
Dr. Giuseppe Pastore (Cosenza), Medico chirurgo;
n.3 medici in formazione specialistica:
Dr. Giuseppe Richini (Pisogne – Bs), Medico specializzando in Anestesia e Rianimazione
Dr. Giovanni Baccanelli (Piancogno – Bs), Medico specializzando in Anestesia e Rianimazione
Dr. Andrea Giovanni Romele (Pisogne – Bs), Medico specializzando in Medicina dello Sport;
n.2 medici specialisti già dipendenti di quest’ASST e ora in pensione:
Dr.ssa Angela Gloria Parolini (Capo di Ponte – Bs), Medico con specializzazione in Anestesia e Rianimazione, già Responsabile del Servizio di Anestesia dell’Ospedale di Esine
Dr. Mariano Berlendis (Brescia), Medico con specializzazione in Otorinolaringoiatria, già Direttore dell’UOC Otorinolaringoiatria dell’Ospedale di Esine;

3) prosegue, nell’ambito del trattamento complessivo dei numerosi pazienti in carico, l’attività di dimissione di pazienti ricoverati in reparti di degenza per COVID – 19, in ragione del significativo miglioramento delle proprie condizioni cliniche, rendendo possibile la prosecuzione domiciliare della convalescenza: in data odierna si prevedono complessive n.8 dimissioni;

4) l’attività di assistenza al domicilio organizzata dall’ASST della Valcamonica interessa sia i dimessi dell’Ospedale sia i pazienti visitati al Pronto Soccorso senza esigenza di ricovero ed è resa possibile grazie alle disponbilità raccolte da parte di Medici di Medicina Generale in pensione (Dr. Roberto Gheza, Dr. Salvatore Cappello, Dr. Franco Belafatti), che seguiranno telefonicamente i pazienti nella convalescenza;

5) la generosità di cittadini, operatori economici, realtà del volontariato e del terzo settore, nonchè di enti ed amministrazioni pubbliche, ha consentito di raccogliere, tra donazioni in denaro, in attrezzature ed in beni, risorse che ammontano a circa euro 2.100.000;
6) si invitano i cittadini, anche tramite la stampa, ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni ministeriali e regionali già emanate, nonché alle disposizioni che le autorità pubbliche vorranno adottare. In particolare si ribadisce l’importanza di rimanere a casa per impedire l’ulteriore diffusione del virus.

Coerentemente con le indicazioni nazionali e regionali ed allla luce delle prescrizioni di cui al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’1.3.2020 (come integrate e specificate con successivi provvedimenti), quest’ASST conferma l’invito ai cittadini a seguire le seguenti norme di comportamento:
– prenotazioni di prestazioni sanitarie e socio sanitarie: in luogo della fisica presenza presso i front office aziendale, privilegiare le prenotazioni telefoniche al call center regionale 800.638.638, numero verde gratuito da rete fissa, – 02.99.95.99 da rete mobile, o aziendale 800.270.662 da telefonia fissa – 0364.439501 per cellulari ed estero, oppure tramite Internet.
– accesso agli sportelli e agli uffici aziendali: si suggerisce di limitare l’accesso agli uffici amministrativi aziendali, della sede e delle articolazioni territoriali, per il disbrigo di pratiche burocratiche urgenti non differibili, privilegiando contatti telefonici ed in via informatica.

I visitatori dei pazienti ricoverati devono recarsi nei presidi ospedalieri solo in caso di reale necessità, una persona per paziente e seguire scrupolosamente le indicazioni dei servizi di portineria e del personale di reparto.
Si ricorda inoltre che:
nel caso insorgano febbre, tosse e/o sintomi influenzali o problemi respiratori, l’indicazione perentoria è di non recarsi in Pronto Soccorso, ma di chiamare il numero 800-894545 per la corretta presa in carico da parte delle Autorità Sanitarie;
per segnalazioni e quesiti è attivo il numero 1500 numero di pubblica utilità istituito da Ministero della Salute.

Si invitano i cittadini a dare credito alle sole fonti ufficiali: a tal fine è bene consultare il sito di Regione Lombardia www.regione.lombardia.it o il sito del Ministero della Salute www.salute.gov.it.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli