berghem bug

11esima edizione “Berghem Bug”

Tornano a Bergamo i Maggiolini provenienti da tutta Italia per il tradizionale appuntamento che, ogni due anni, colora le strade della provincia di Bergamo.

Il raduno, molto atteso dagli appassionati e simpatizzanti dell’iconica vettura Volkswagen, giunto quest’anno alla XI° edizione, fa tappa a Clusone, Monte Pora (sabato 7) e Bergamo (domenica 8). Domenica 8 aprile 2018, dalle 8.30 alle 11.00, l’autoraduno che muove circa 250 esemplari, dalla fine degli anni 1950 ad oggi, si dà l’altrettanto tradizionale appuntamento da Bonaldi presso l’ampio parcheggio di via Gemelli 3, Bergamo. Per l’occasione il Gruppo Bonaldi espone alcune vetture storiche provenienti della Collezione “Auto e Moto Lorenzo Bonaldi”, dal 1959 ad oggi, tra cui un Maggiolino 1200 del 1963, un Maggiolino “Foria” del 1959, una Pescaccia del 1977 e una Karmann Ghia del 1965. “Il “Bèrghem Bug” è uno dei più importanti e affollati raduni del Nord Italia”, commenta Michele Brusa, Gruppo Bonaldi, curatore della “Collezione Auto e Moto d’epoca Lorenzo Bonaldi”. “Il nostro Gruppo – prosegue Brusa –  è main sponsor dell’evento perché crediamo nella passione contagiosa degli organizzatori, a partire dall’instancabile Angelo Riccardi, patron della manifestazione”. Il Maggiolino, nato nel 1938 dalla mano dell’ingegner Ferdinand Porsche, sulla spinta tecnologica dell’avanguardia futuristica europea è una vettura che ha fatto innamorare e appassionare in molti, intramontabile nella linea e nello stile, unico e originale, che si mantiene fino alle attuali versioni Design e Sport. “E’ un piacere per noi – conclude Brusa – condividere con gli amici del “Bèrghem Bug” e con quanti verranno a trovarci domenica mattina, alcuni modelli della Collezione Bonaldi; abbiamo scelto vetture molto particolari e interessanti per gli appassionati e i collezionisti”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare